A Natale siamo tutti più sportivi.

Pubblicato in ars comunicandi | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Cose che in agenzia.

Se lavori in un’agenzia di comunicazione rischi che fare un regalo di compleanno si trasformi nella realizzazione di un video. E ti trovi tra 30 parrucche bionde ed interpretazioni indimenticabili.

Pubblicato in ars comunicandi | Contrassegnato , , | Lascia un commento

20 | 06 | 1982 > 2012

Momento autocelebrativo. :)

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Qualcosa sta cambiando

Non è la neve, che ieri 16 maggio ha imbiancato le montagne di fronte a casa. Lo stupore da meteo imprevedibile lo lascio ai servizi di studioaperto. È proprio la casa, la mia, un’altra volta. La chiamerò pied à terre, molto più poetico. La stabilisco in Salt Lake Povoletto, località glamour appena fuori Udine.

Lo stile pendolare resta comunque immutato, cambiando intervallo. Si torna alle glorie universitarie, con il su e giù del venerdì-domenica. Almeno stavolta il trolley sarà mini e il bagagliaio capiente e più comodo della cappelliera dell’interregionale Trieste-Venezia.

Dal 2006 è il trasloco n° 7. Evviva.

Pubblicato in paese e dintorni | Contrassegnato | Lascia un commento

L’indifferenza è la peggior cosa. A volte no.

Oggi ci togliamo una piccola soddisfazione. L’indifferenza dell’italiano medio ha avuto la meglio sul vuoto mentale, televisivo e contenutistico dei non personaggi del Grande Fratello. Uno spazio desolante sarà riempito prima del previsto da qualcuno probabilmente poco meno immeritevole. Diverso è in quest’occasione comunque sufficiente. La baracca chiude in anticipo, dopo n mesi di strazio ormai nemmeno in grado di destare polemiche, discussioni, o litigi negli show parassiti. Niente. Nemmeno la satira della Gialappa’s è riuscita a trarre spunti su cui lavorare. Il fondo dev’essere per forza questo.

E ora ci tocca perfino ringraziare chi se ne è reso conto. Peccato sia lo stesso che prima di arrendersi all’evidenza ha più volte tentato di far scivolare il nostro zapping sull’imbarazzo da palese cattivo gusto.

Pubblicato in madTV | Contrassegnato , | Lascia un commento

Arrivano i mostri.

Forse il Carnevale ce l’hanno messo apposta. Spente le luci sul Sanremo nazionale, mi vien da pensare che per altri 11 mesi ce ne siamo liberati. Poi mi rendo conto che per me, buon utente radio del drive time, il peggio deve ancora cominciare. I prodotti dell’encomiabile rassegna canora stanno per invadere i palinsesti delle nostre frequenze preferite. Non ci sarà buon gusto di direttore artistico che tenga, vincitrici e pseudo cantanti sono destinati alla ribalta.

Fiero, per mancata visione, di non poter giudicare le polemiche dei giorni scorsi su prediche da giullare di corte e farfalle imprevedibilmente atterrate in paradisi vergini, mi rassegno all’inutilità del mio sforzo.

Salvo comunque l’unica cosa buona che ho visto in tv in queste serate apocalittiche. La performance di Brian May, con un look un po’ da mostro pure lui, riporta almeno la memoria a chi ha fatto la musica per davvero.

Pubblicato in madTV | Contrassegnato , | Lascia un commento

Buongiorno Maya.

Mi rendo conto che non scrivo da 3 mesi. Nel frattempo sulla mia scrivania è comparso il calendario nuovo. Alla faccia dei Maya, spero vivamente ne seguiranno degli altri.

Come inizio anno non c’è male. Al momento in Italia tutti scioperano contro tutti, una nave da crociera sta affondando a 50 m dagli scogli su cui un anno fa ho preso il sole, la politica mostra qualche fatto tra mille parole, ma fare benzina costa come una settimana a Cortina. Là intanto la neve non si è vista, e per movimentare la vita agli annoiati ospiti si è pensato di lasciar spazio ad intrepidi finanzieri.

C’è da dire che a vederla così, sembra l’Informazione plausibile di Radio Deejay.

Pubblicato in paese e dintorni | Lascia un commento